endodonzia
Riabilitazioni protesiche fisse

Una corona dentale, detta comunemente capsula, viene usata quando si deve ripristinare la resistenza, la funzione e l'estetica di un dente che è stato ricostruito con delle grosse otturazioni che lo rendono ad alto rischio di frattura.
Un ponte è usato per sostituire uno o più denti persi. Il ponte è mantenuto in sede da una corona su entrambi i lati dello spazio con un falso dente posizionato in mezzo.
Le corone di ceramica integrali sono fondamentalmente di due tipi:

  • Zirconio-ceramica
  • Disilicato di litio

Queste corone non hanno la parte interna, a contatto con il dente, di metallo e questo permette alla luce di attraversarle come nei denti naturali garantendo degli eccellenti risultati estetici.

chirurgia orale
Riabilitazioni protesiche mobili

La protesi rimovibile è un dispositivo che sostituisce i denti persi e i tessuti circostanti permettendo di ripristinare la funzione masticatoria e l'estetica del viso. Esistono diversi tipi di protesi mobile:

  • Protesi totale è utilizzata in quei pazienti che hanno perso tutti i denti o nella mascella o nella mandibola o in entrambe le arcate. Una protesi totale convenzionale può essere realizzata da 8 a 12 settimane dopo che i denti sono stati estratti. Tale attesa è necessaria per permettere la guarigione dei tessuti. Per ridurre i disagi del paziente una protesi immediata può essere realizzata in anticipo e utilizzata subito dopo le estrazioni. Lo svantaggio di questa soluzione è data dal fatto che i tessuti durante la guarigione si modificano riducendo la stabilità di questo dispositivo che deve essere considerato solo come una protesi temporanea.
  • Protesi parziale é un dispositivo rimovibile utilizzato quando più denti rimangono nel cavo orale. Per garantire la loro stabilità durante la masticazione si utilizzano ganci e attacchi che si applicano ai denti residui. Il numero dei denti rimasti, la loro posizione e la loro stabilità sono solo alcuni degli elementi che si considerano per scegliere quale tipo di protesi parziale utilizzare. Le protesi parziali sono fondamentalmente di due tipi: protesi parziali interamente in resina che vengono stabilizzate tramite ganci; protesi parziali scheletrate che hanno una struttura in metallo che grazie alla sua robustezza e rigidità permette di costruire dispositivi più sottili e confortevoli per il paziente.
  • Protesi mobili stabilizzate da impianti: queste protesi vengono stabilizzate tramite connessioni a degli impianti in titanio integrati nell'osso. E' una soluzione molto efficace per migliorare la ritenzione e il confort di una protesi mobile soprattutto in quei casi più sfavorevoli a causa di elevati riassorbimenti di osso.

Al fine di garantire una durata nel tempo di una protesi mobile essa va lavata tutti i giorni con un detersivo o un sapone per le mani in acqua tiepida o fredda. Quando non viene utilizzata deve essere immersa in acqua e nelle apposite soluzioni per ridurre la flora microbica.
E' consigliabile rimuoverle durante la notte per evitare eccessivi riassorbimenti dell'osso, infezioni da funghi e irritazioni delle gengive.
Se la protesi nel tempo perde stabilità e provoca delle lesioni nel cavo orale, è bene farla controllare per valutare se ribassarla  o sostituirla con una nuova.  

Share by: